Sei qui: Home Secondaria (Samarate) Progetti e documenti Progetto Crescere Insieme

Progetto Crescere Insieme

PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 13 Gennaio 2011 22:27
Indice
Progetto Crescere Insieme
Pagina 2
Tutte le pagine

PROGETTO "CRESCERE INSIEME" attraverso ESPERIENZE DI COOPERAZIONE


Quando mi alzo la mattina
ho la testa sempre china:
tanto sonno  e tanti pensieri
danno al risveglio colori neri!

Ma quando arrivo a scuola…
a rallegrarmi basta una parola!
E’ la fiducia che cambia il sembiante
e io, sebben  piccolo, divento un gigante.

Tanti compagni e poca furbizia:
ciò che ci lega è l’amicizia,
e tra atlanti, libri e libroni
ci capita anche di esser buoni!

Chi ha paura di sbagliare
forse non sa comunicare:
qui  impariamo a rispettarci
a sostenerci, a confrontarci.

Non devi mai avere paura
intorno non ci sono solo mura!
A scuola nessuno  può farti del male,
perchè i bulli hanno preso a pensare!

 La nostra scuola questo vuol dire
e allora tu…. che aspetti a venire?
                                                                        Alunni classe 2^C

FINALITA’ dell’ESPERIENZA
Il progetto coinvolge tutta la scuola media. Esso nasce da due motivazioni fondamentali:
contenere, arginare, o smorzare comportamenti disturbanti messi in atto da alunni problematici volti a creare situazioni di un certo disagio. Garantire un clima collaborativo e sereno nell’ambito delle varie attività superando gli ostacoli alla socializzazione legati a possibili difficoltà comunicative e di vita in gruppo.

L’attività proposta mira, identificando situazioni strutturate in modo “prepotente”, ad ottenere diversi risultati funzionali al raggiungimento di un “benessere” collettivo, premessa indispensabile ad ogni educazione.
Essa, attraverso l’acquisizione di “abilità sociali e comunicative”  vuole raggiungere i seguenti risultati:
 - offrire un concreto aiuto, o protezione istituzionalizzata a tutti i ragazzi vittime di atteggiamenti prepotenti, riducendo il numero di coloro che vengono  perseguitati;
 - aumentare il senso di “responsabilità sociale” di coloro che, vittime o spettatori hanno a che fare con questi episodi attraverso la denuncia del sopruso;
 - fornire gli strumenti per valutare le situazioni in modo oggettivo, sospendendo giudizi empatici o emotivi;
creare un clima di distensione in cui gli alunni avvertano di essere protetti dalla scuola che di fronte ad atteggiamenti “prepotenti” si fa carico del loro contenimento e di possibili soluzioni.

 L’attività collaborativa, nel complesso,  vuole  essere un punto di partenza, una premessa  sulla quale costruire il lavoro didattico, in quanto mira all’acquisizione e al rafforzamento di alcune abilità sociali attraverso l’esercizio di un costante confronto tra alunni, sotto la  guida dell’insegnante, dello psicopedagogista e con  il coinvolgimento dell’intero personale scolastico.
 
DESTINATARI
 - Alunni della scuola secondaria  di primo grado (classi 1^ 2^ 3^)
PERSONALE COINVOLTO

 - Un docente di classe (insegnante di Lettere)  in qualità di referente e coordinatore del progetto
 - Tutti i docenti del consiglio di classe
 - Psicopedagogista
 
METODO DI LAVORO  E ATTIVITA’ 
Le attività previste per la scuola secondaria di primo grado sono:
 - Nelle classi 1, potenziando il progetto “accoglienza” già in corso, si introdurrà l’attività “Consiglio di cooperazione”.
 - Nelle classi 2 e 3 si prevede la stesura e la somministrazione di un questionario “La mia vita a scuola” utile per individuare eventuali situazioni di malessere e di prepotenza  nell’ambito scolastico.

Dalla lettura dei risultati ottenuti si ricaveranno gli stimoli per sviluppare un percorso caratterizzato da una comunicazione di tipo assertivo-relazionale utile ad aumentare le capacità prosociali e comunicative a rinforzo della capacità di valutazione rispetto a comportamenti leciti e illeciti in base ai quali autoregolarsi.